La meravigliosa vita del fallito

È uscito per Adelphi Arthur Cravan, Grande trampoliere smarrito, a cura di Edgardo Franzosini. Il volume raccoglie le poesie (tradotte da Nicola Muschitiello), scritti e lettere (nella traduzione di Maurizia Balmelli), alcune foto e la biografia L’importanza di non chiamarsi Fabian Avenarius Lloyd scritta da Edgardo Franzosini.

Edgardo by Silvia Beneforti

Foto di Silvia Beneforti

Arthur Cravan è stato un pugile e un poeta dalla vita straordinaria. Non poteva non attirare lo sguardo interessato di uno scrittore come Edgardo Franzosini che delle vite un po’ strane, originali, fuori dal comune tanto da sembrare inventate è un vero cultore.

Poeta e pugile ma anche critico d’arte, pittore, raccoglitore di arance in California, pescatore nell’Atlantico, scassinatore, ricattatore, mercante di quadri falsi, fondatore della rivista Maintenant, che uscirà solo per 5 numeri e che distribuirà lui stesso su un carretto da ortolano per le vie parigine, Cravan sembra vivere un milione di vite diverse. Conosce tutte le personalità nella Parigi dell’epoca, sfida, a Barcellona, il campione del mondo dei pesi massimi Jack Johnson, resistendo 6 round prima di crollare al tappeto, incontra Trockij sulla nave che lo porta in America. Sembra inarrestabile e forse lo è stato. Un uomo dalle molte possibilità, dalle infinite risorse.

Cravan copertina

La sua vita ci viene svelata da un magnifico “raccontastorie”. Edgardo Franzosini si fa prendere da un particolare e poi comincia a girargli intorno. Accumula notizie, prende appunti, segna e mette da parte. Quanto ci mette a ricostruire una storia, tra realtà e finzione? È facile abboccare e farsi trascinare nella Parigi dei primi del Novecento. Un’epoca incredibile in cui conoscere un Cravan spavaldo, terribilmente arrogante, dal linguaggio scurrile e con una faccia tosta da lasciare basiti. Sembra un uomo senza filtri, che si mostra per quello che è, convinto di essere migliore di tutti gli altri. I suoi sprezzanti giudizi non risparmiano davvero nessuno e li possiamo leggere, nero su bianco, in alcuni articoli che videro la luce proprio sulla sua rivista Maintenant e che Franzosini ripropone nel suo libro.

Ma chi è Arthur Cravan, che a Parigi frequentava il Bal Bullier dove incontrava Blaise Cendrars e Robert Delaunay, indossando camicie colorate che chissà come avrebbero influenzato il futurismo russo, intervistava André Gide solo per cercare di spillargli dei soldi

Nel Grande trampoliere smarrito Franzosini pubblica, dopo gli articoli, le poesie e poi le lettere che Cravan ha spedito soprattutto a Mina Loy, la donna che desiderava sposare e che aspettava in Messico dove si era rifugiato per evitare l’arruolamento. Sembrano scritte da altri quelle lettere struggenti, da una persona innamorata, disperata, sofferente e delicata. Dov’è finito il sicuro spaccone che aveva sfidato il campione mondiale dei pesi massimi, il feroce giudice del mondo parigino.

La boxe, la poesia, i mille lavori, le tante belle donne. Una figlia in arrivo, una barca e il mare che interrompe la sua storia.

Arthur Cravan ha vissuto la sua epoca. Poco importa se la sua vita adesso appartiene al  passato, purché Franzosini con pazienza tra verità e fantasia ne diventi il biografo.

Edgardo Franzosini sarà ospite alla libreria Les Bouquinistes sabato 20 ottobre alle 18 insieme a Matteo Pelliti.

FRANZOSINI

Locandina di Tirez sur le Graphiste

Sarà a Pisa venerdì 19 ottobre alle 18 alla Libreria Tra le righe insieme a Danilo Soscia e a Viareggio domenica 21 ottobre alle 18 alla Lettera 22 insieme ad Antonio Bertacca e Alessandro Rossi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...